Stranezze in passerella: quando la moda si ridicolizza

3 Mag

Eccomi finalmente. Dopo tanti giorni in cui non ho potuto usare il pc a causa di problemi ad internet, posso dedicarmi al mio amato blog. Devo dire che anche se scrivo da poco, mi sono già affezionata e riuscire ad avere un proprio spazio dove poter esprimere le proprie idee e condividerle con altri è davvero piacevole e molto stimolante.

E’ da un po’ che volevo scrivere un articolo del genere, ma non avevo mai trovato la vera ispirazione e così avevo sempre rimandato. Ma qualche giorno fa, l’illuminazione. Essendo ormai dipendente dall’applicazione Instagram su smartphone mi diverte curiosare su diversi profili anche di blogger famose a livello mondiale.

Capisco che per emergere bisogna trasmettere un messaggio diverso, essere una voce “stonata” dal coro, colpire l’attenzione del pubblico con qualsiasi stratagemma possibile purché ne sia realmente convinti, e, in questo campo, scovare tutte le stranezze del mondo della moda e le varie tendenze, mi sono chiesta: qual è il limite tra essere alla moda ed essere ridicole? 

Alexander McQueen

Vuoi per estro, vuoi per personalità, vuoi per esaurimento di idee, molti stilisti da qualche anno a questa parte si dilettano nel rovinare e ridicolizzare la figura femminile invece di esaltarla, e ne è un esempio l’immagine che ho inserito ad inizio articolo. Come possono le tipiche scarpe da mare dei bambini, propinate da ogni madre per evitare stragi di piedi, diventare oggetto di “culto” in questo mondo patinato?  Che tipo di sensualità può avere una donna con quelle “cose” ai piedi? Basta qualche cm di zeppa per trasformare delle scarpe da bambini in scarpe da centinaia di dollari?

Marc Jacobs

Gail Sorronda

Il mondo è bello perchè è vario, ognuno fa le proprie scelte ed ha i propri gusti, ma se è vero che l’arte e la moda esprimono la società e l’epoca in cui stiamo vivendo, non serve aggiungere altre parole.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: